DOPO GLI STRISCIONI ORA VOGLIONO TOGLIERCI LA VOCE!

Scritto il 4th settembre, 2007 Autore: admin.
Categorie: Tematiche ultras. Letto 2.268

 

 

MegafonoI CORI del tifo viola verranno ascoltati in tempo reale da un pool di addetti alla sicurezza all´interno della postazione di controllo. Al capo ultrà delegato a lanciare i cori in curva, al posto del vecchio megafono ormai vietato, verrà consegnato un microfono collegato agli altoparlanti posizionati in Fiesole, ma nel caso in cui gli slogan vengano considerati violenti scatterà la censura: via la corrente e microfono muto fino al coro successivo. Se la proposta fatta dagli stessi tifosi fosse approvata potrebbe diventare il primo caso di tifo controllato in Italia
Con il decreto Amato sulla sicurezza, tamburi, megafoni e trombette erano già andati in pensione lo scorso aprile. Ecco allora che la rivoluzione del tifo potrebbe arrivare in curva Fiesole attraverso un microfono collegato all´impianto acustico del Franchi e controllato dal Gruppo operativo di sicurezza-Gos formato dai rappresentanti di Comune, società, vigili del fuoco, agenti di polizia e municipale posizionati all´interno del nuovo gabbiotto sotto la tribuna laterale. La proposta, lanciata al questore dagli stessi rappresentanti dei viola club nell´incontro di mercoledì, prevede la supervisione del Gos sui cori che verranno lanciati dalla curva: nel caso in cui lo slogan sia considerato offensivo nei confronti dei giocatori avversari oppure contenga insulti anche alle forze dell´ordine saranno gli stessi agenti a interrompere la corrente e ammutolire le casse. Per il momento la proposta, che sembra aver convinto le forze dell´ordine, non sarà applicata nel derby di domenica contro l´Empoli. Perché venga attuata serve infatti l´ok da parte del Comitato provinciale sulla sicurezza e soprattutto il via libera dell´Osservatorio sulle manifestazioni sportive.
Un ingegnere è già stato incaricato di mettere a punto il progetto che consentirà, alla persona indicata dai tifosi di “lanciare” ; i cori, di farlo attraverso un microfono senza fili collegato con gli altoparlanti posizionati intorno alla curva Fiesole. Il dispositivo verrà quindi messo in connessione con una cassa dentro la postazione dove il Gruppo operativo di sicurezza controlla lo stadio anche attraverso 80 telecamere. «E´ un sistema – spiega l´assessore allo sport Eugenio Giani – che responsabilizza lo stesso tifoso e crea un collegamento diretto con le forze dell´ordine». Adesso sarà necessario capire quale metro di giudizio adotteranno gli agenti per giudicare i cori prima di staccare la spina e ammutolire la curva interrompendo l´elettricità.

Be Sociable, Share!

non ci sono commenti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

I Commenti possono contenere anche codice xhtml. Sono richiesti nome ed Email (l'email non apparirà), L'URL è opzionale


Nome


TOP100ADD.COM - ADD YOUR SITE, BOOST YOUR TRAFFIC. Add to Technorati Favorites TopOfBlogs