ESEMPIO DI DOPING MEDIATICO

Scritto il 25th maggio, 2009 Autore: H69.
Categorie: Tematiche ultras. Letto 2.228

Nel giorno dell’addio al calcio di Paolo maldini la curva Sud del Milan lo contesta

Non c’è niente da fare, ormai in Italia ci siamo giocati tutto : libertà di pensiero, di espressione, fantasia, rispetto per le opinioni altrui, in cambio forzato di uniformità intellettuale obbligatoria.
La domenica appena trascorsa ha segnato un’altra dimostrazione di quanto sopra scritto.
Chi ha voglia di osservare le cose spogliandole dai contesti e analizzandole per la sola sostanza, avrà avuto un senso di repulsione seguendo le trasmissioni televisive e tg sul calcio.
Domenica un grande calciatore ha dato l’addio al calcio: ovviamente ci riferiamo all’immenso Paolo Maldini.
Sorpresa per tutti però, la Curva Sud ha esposto due striscioni dove senza offesa e pur ringraziando questo campione, si sottolineavano parole dette in passato da Maldini nei confronti degli Ultras rossoneri, che evidentemente non avevano gradito e non volevano che la cosa finisse nel dimenticatoio.

Non conosciamo dettagliatamente i motivi della diatriba e tutto sommato interessano poco.
Non scriviamo per entrare nel merito, sono affari loro.
Quello su cui vogliamo soffermarci è l’intolleranza mediatica al pensiero della Sud.
Aldilà dell’essere d’accordo o meno, non si può negare che le parole dei ragazzi rossoneri erano comunque espresse con civiltà.
Ma definire quello che è stato un’appunto garbato, seppur duro, una contestazione, è quantomeno scorretto tecnicamente…….. Mettiamola cosi va!

Paolo Maldini è stato uno dei migliori calciatori di tutti i tempi, tutti ne conoscono e riconoscono il valore, ma se qualcuno la pensa diversamente e lo espone con civiltà ne ha tutto il diritto, non commette reato e va rispettato.
Condividerlo è tutta un’altra cosa e di questo ognuno sceglie per se.

Ma la vergogna mediatica di domenica scorsa ha preso una piega superlativa quando non si è bilanciato il tanto parlare del “caso Maldini” con la rissa vera, con pugni veri, che si è consumata all’Olimpico di Torino tra i giocatori granata e quelli del Genoa.
Se scene simili fossero avvenute sugli spalti avremmo avuto titoli a caratteri cubitali, ore di trasmissioni dedicate e forse una riunione straordinaria del consiglio dei ministri.

Una ventina di ragazzi che in uno stadio fanno a botte, ripresi dalle telecamere, farebbero fioccare Daspo a grappoli, con condanna unanime dell’opinione pubblica, sempre indotta dai media.
Non può essere come sono vestiti a fare la differenza che ha portato i signori dell’informazione a limitarsi a mostrare immagini senza commentare più di tanto evitando accuratamente toni scandalistici per non sensibilizzare troppo le teste di chi guarda a bocca aperta la TV. Erano pur sempre venti ragazzi impegnati in una rissa.

Non è vittimismo da tifo questo, ma una sottolineatura della scorrettezza e malafede di chi opera nell’ambito mediatico.
Non vogliamo chiedere nulla con queste righe, ci piacerebbe solo ascoltare una voce libera. Vana speranza!
Dove sono i grandi giornalisti che urlano e sbraitano farfugliando ideali di rispetto per gli altri e moralità?
Chi è in questa nazione che difende la violenza?

Di H69

Be Sociable, Share!

2 commenti.

Articoli Correlati

paolomaldini

Commento on maggio 29th, 2009. MyAvatars 0.2

beh, non c’è che dire, siete fenomenomenali.
Quei “ragazzi” da tempo si sono mangiati la curva sud rossonera ed il vecchio cuore rossonero in nome di malaffare, ricatti, avvertimenti attraverso la gambizzazione e l’aggressone premeditata ad uno dei vecchi capi (settembrini): hanno fatto chiudere al gruppo storico ultras più antico d’italia (la fossa) ecc… Maldini era da tempo che queste cose le rimproverava loro: poichè non li riteneva tifosi del milan. Ma gente che si era messo in tasca certi vaori per i cavolini loro.
E voi, che dovete essere ultras e che io da vs avversario storico rispetto (sono ascolano e frequentatore vcchio della sud e di sbn) cosa fate? Parlate a vanvera difendendo chi, per mercenarismo, si è messo in tasca i colori della squadra? Ed ha oltraggiato il simbolo più simbolo del cuore rossonero.
Mah…sono deluso da voi. Mi spiace.
Anche se, sebbene sia ascolano, vi auguro un grosso in bocca al lupo per domenica! (se me lo credete è davvero sincero)…cosa che mai farei per gli anconetani: che mi sono nemici come voi, ma che sno nemici che no meritano alcun rispetto, voi sì!
In booca al lupo!!!

H69

Commento on giugno 1st, 2009. MyAvatars 0.2

“POTREI RISPONDERTI CON LE TUE PRIME PAROLE “beh, non c’è che dire, siete fenomenomenali”, MA NON LO FACCIO PER IL SEMPLICE MOTIVO CHE NON TI SEI ACCORTO CHE LA TUA PRECISAZIONE E’ COMPLETAMENTE FUORI TEMA.
L’ARTICOLO NON SI PONE PER CAPIRE CHI HA RAGIONE O TORTO, COME E’ CHIARAMENTE SPECIFICATO NEL “Non scriviamo per entrare nel merito, sono affari loro”.
L’ARTICOLO, COME RIASSUNTO DAL TITOLO, SOTTOLINEA COME I MEDIA HANNO PRESENTATO LA QUESTIONE PARAGONANDOLA A QUELLO CHE E’ SUCCESSO IN TORINO GENOA, DOVE C’E’ STATA UNA RISSA CHE SE SUGLI SPALTI AVREBBE PROVOCATO IL SOLITO RUMORE GIORNALISTICO OLTRE A UNA PIOGGIA DI DASPO ED INVECE NON SI E’ POSTO IL MINIMO ACCENTO, SOLO LE IMMAGINI.
TRA L’ALTRO COSA CHE NON E’ EVIDENZIATA NELL’ARTICOLO E’ CHE APPENA IL GIORNO PRIMA E’ MORTO UN GIOVANE TIFOSO, MA ERA PIU’ IMPORTANTE LA CRITICA COMUNQUE CIVILE FATTA AD UN MONUMENTO COME PAOLO MALDINI.
E’ UN ARTICOLO CHE PARLA DELLA DISINFORMAZIONE MEDIATICA CHE PURTROPPO RIGUARDA TUTTI I CAMPI, NON SOLO LA QUESTIONE DEI CURVAIOLI IN ITALIA.
LA SPIEGAZIONE TI E’ STATA DATA PERCHE’ L’ANNOTAZIONE L’HAI POSTA CON CIVILTA’ E QUINDI LA RISPETTO.
SE FOSSI STATO UNO DEI FENOMENI CHE INFORMANO LA GENTE OGNI DOMENICA, AVREI SNOBBATO RIVOLTATO E DISTORTO O PEGGIO CONTRATTACCATO IL TUO INTERVENTO.
ESATTAMENTE QUELLO DI CUI SI PARLA NELL’ARTICOLO.
ANCHE DI FRONTE AL NUMERO UNO DEI RIVALI, A UNO AGLI OPPOSTI MIEI, LA DIFFERENZA DI PENSIERO DISCUSSA CON CIVILTA’ VA TRATTATA.
QUESTO E’ IL SUCCO DELL’ARTICOLO.
TUTTI SANNO COME FUNZIONANO LE GRANDI CURVE IN ITALIA, SENNO’ LA PROTESTA CONTRO IL DECRETO VERGOGNA CREDI CHE NON FOSSE ANDATO IN PORTO?
RILEGGILO BENE, PERCHE’ TI E’ SFUGGITO L’OBIETTIVO.”

Lascia un commento

I Commenti possono contenere anche codice xhtml. Sono richiesti nome ed Email (l'email non apparirà), L'URL è opzionale


Nome


TOP100ADD.COM - ADD YOUR SITE, BOOST YOUR TRAFFIC. Add to Technorati Favorites TopOfBlogs