SALVEZZA PER LA SAMB, SALVEZZA PER LA CURVA

Scritto il 9th marzo, 2008 Autore: H69.
Categorie: Samb, Tematiche ultras. Letto 596

La giustizia.

Doveva essere l’elemento di coesione indiscutibile tra tutti, doveva riportare anche chi si era allontanato dalla curva a farvi ritorno, doveva accomunare tutto uno stadio uguagliando l’altro pensiero comune a tutti: l’amore per la Samb.
Alcuni hanno esasperato l’argomento, altri lo hanno considerato fuori contesto in uno stadio, altri ancora lo hanno totalmente ignorato.
Stabilire la vera collocazione di una cosa del genere non è facile e chiunque lo faccia riceverà sempre qualche critica da qualcuno.
In realtà la Curva Nord Massimo Cioffi, oltre alla sfrenata passione per i propri colori ha sempre integrato messaggi, pareri e condanne verso le tante INGIUSTIZIE che vengono perpetrate dai nostri politicanti, per le disgrazie che hanno colpito popolazioni o in ricordo dei troppi fratelli che ci hanno prematuramente lasciato.
Insomma, grande tifo per la Samb, ma attenzione al mondo che ci circonda mantenendo quella libertà individuale che ultimamente ha dato segno di cedimento.
Ribadiamo ancora una volta ed altre mille se necessario, che quello che è successo a Gabriele Sandri sarebbe potuto accadere a chiunque, tifoso e non, giovane o vecchio, uomo o donna.
Il caso Aldrovandi ne è un esempio lampante quanto agghiacciante.
Prendere spunto dalla vicenda di Gabbo per trasporla a quella più grande della vita quotidiana di una nazione intera, doveva essere il collante tra tutti gli spettatori del Riviera delle Palme, che prima di essere tifosi sono cittadini di questo stato così iniquo.
L’impunità di chi commette reati, la protezione a chi fa parte di certi ambienti, gli insabbiamenti e la disperazione di famiglie inermi colpite senza la minima possibilità di difesa, potevano e dovevano produrre qualcosa di buono e mediaticamente valido per segnalare a tutta Italia l’urgenza di avere uno stato che non ci facesse schifo.
Invece è successo l’esatto contrario: polemiche, discussioni, accuse e cosa più grave per quel che ci riguarda, sgretolamento del grande cuore pulsante che dalla curva contagiava tutto lo stadio.
Un passo indietro forse è necessario da parte di tutti, ma chi lo deve fare per primo rimane il grande dilemma che ci blocca.
Per quanto ci riguarda abbiamo la convinzione che qualcuno debba scusarsi con una parte dei tifosi per cominciare a risalire la china del tutti contro tutti.
Intanto per la Samb è iniziata l’ultima corsa verso una salvezza che un tifo ritrovato può contribuire a centrare e la sensazione è che se non si lotterà per questo, vorrà dire che la nostra passione sarà morta senza che ce ne accorgessimo.

Be Sociable, Share!

non ci sono commenti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

I Commenti possono contenere anche codice xhtml. Sono richiesti nome ed Email (l'email non apparirà), L'URL è opzionale


Nome


TOP100ADD.COM - ADD YOUR SITE, BOOST YOUR TRAFFIC. Add to Technorati Favorites TopOfBlogs